lavoronarrato

un (non) posto di lavoro

Domanda: Ma tu dove lavori?

Risposta: lavoro dove mi trovo, a Caselle in Pittari, a Milano.

Domanda: Ma con chi lavori?

Risposta: Lavoro con Giuseppe che è a Caselle in Pittari, con Janos che è Budapest, Attilio che è a Sapri, Michele è a Zurigo e a volte anche con altre persone in altri posti.

Oggi è il 30 Aprile 2016: è la notte del #lavoronarrato ed è l’Internet Day!

E’ tutto il giorno che penso a questa strana coincidenza: dopo tutto io lavoro su Internet ed Internet è un po’ il mio lavoro!

Per qualche minuto oggi ho provato a pensare: “è se non avessero inventato Internet?” Sinceramente non so cosa avrei fatto, magari sarei stato un bravo matematico…oppure un buon musicista in compagnia della mia tuba…chissà!

Ma no dai basta fare pensieri strani, Internet esiste da ben 30 anni, io amo il mio lavoro ed il modo in cui lo Vivo!

Si, mi piace scrivere ed osservare codice: si quella schermata nera con parole tutte strane che qualcuno vede sul mio monitor,

Mi piace portare il mio ufficio in spalla: pensate un po’ è anche più leggero della tuba,

Trovare uno spazio su di una scrivania: giuro che mi faccio “zicu zicu” (piccolo piccolo) e non disturbo,

Una connessione ad Internet: altrimenti di cosa stavamo parlando :)

Svuotare il mio zaino: tutti i cavi non li tiro fuori tranquilli.

Accendo il computer e via!……a no devo avviare Slack, Skype, Chrome, Atom, MongoDB, Terminal, Git pull, Tunnelblick, Xcode….ok ora sono pronto :)

Buon Lavoro!

Antonio